W GLI SPOSI – Part 1


Z_ecommerce_Topper centotorta sposi ironici moto

Aprire la cassetta della posta non è mai un buon momento, generalmente c’è sempre qualcosa da pagare, sempre brutte notizie, ma quando si è genitori c’è un altro momento che ti fa venire i sudorini sulla schiena… le partecipazioni delle nozze!

Panico, immancabilmente come arrivano parte il toto “ ma dobbiamo andare tutti? “ “ ma forse le belve no ?” e da li altro dramma, “ chi le tiene le belve, con chi stanno?” quando poi ti dicono “ portali che problema c’è” ecco io li mi sento svenire, perché immagino già Tommy e Jojo che litigano, che si picchiano che si rincorrono, che urlano, che magari urtano qualcosa o qualcuno insomma due danni viaggianti, ma questa volta devo dire che gli sposi mi hanno proprio stupito!

Doveva essere un fine settimana catastrofico meteorologicamente parlando, invece ci ha voluto proprio bene, a parte il piccolo diluvio che è giunto nel momento preciso in cui la sposa scendeva dalla Rolls Royce e doveva arrampicarsi per una salita ripida comprensiva di scale per giungere alla chiesa. Sposa bagnata sposa fortuna, oddio io credo che più che fortuna in quel momento si sia sentita parecchio incavolata, ma poi una volta che entri in chiesa tutto passa.

Lei splendida, radiosa come ogni singola sposa che ho visto, secondo me emanano una luce diversa non so spiegare. Lui lo sposo si è difeso bene, anzi molto bene, bello sorridente rilassato ( almeno all’apparenza ) favoloso.

Ci siamo sistemati tutti e 4 sulla panca lato sposa, perché nonostante le mie dimostranze il mio compagno non ha ceduto “ No i bimbi vengono con noi” talvolta questo suo coraggio eroico mi preoccupa, comunque sia tutti ai posti e parte la messa, alla terza volta che il prete ci ha detto seduti ci siamo accorti che avevamo cambiato per la terza volta i posti, la nostra non era una panca era una giostra senza cavalli.

Tommaso e jojo sfrecciavano dietro di noi quando eravamo in piedi e sopra di noi quando eravamo seduti, gli ho minacciati in ogni modo, ma poi la loro irrequietezza tornava fuori, ad un certo punto pur di separarli ho spedito Tommaso a fare la comunione. La povera creatura ha fatto tutto il giro della chiesa si è messo in fila ed io che lo guardavo “ vai vai” e lui mi guardava sconsolato ed io “ ma dai su “ a quel punto si è avvicinato e mi ha detto “ mamma io non posso farla, non sono ancora passato a comunione” cavolicchio è vero, ops!

Usciamo dalla chiesa Jojo un tantino affamato afferra con cupidigia i conini disposti fuori con il riso mi guarda e mi implora “ mamma posso mangiarli” escono gli sposi applausi, palloncini che volano, riso da ogni parte, baci abbracci auguri, sorrisi, e jojo dietro di me che mi perseguita stile il bambino del sesto senso con sguardo pallato e mi dice “ mamma io ho fame “.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in donne

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...