Archivio dell'autore: siamocosi

Informazioni su siamocosi

Donne, mamme, mogli.

Rimedi naturali, e non, contro i Pidocchi.

Mikpid

Che paura!!! Tempo fa una mia conoscente mi ha fatto ‘una capa tanta’ sui pidocchi. Tutti in casa sua erano stati infestati e per 2 giorni la sua casa era diventata un lazzeretto di appestati con trattamenti in testa, lavatrici a pieno carico e aspirapolveri che praticamente lavoravano da sole h24. Insomma una tragedia.
….mi sembrava l’avesse un po’ ingigantita… Ma come spesso capita, ride bene chi ride ultimo!
Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in bimbi crescono, donne, lo abbiamo provato per voi, mamme e bimbi, vita quotidiana

Pensiero libero.

È curioso come oggi abbia letto un articolo che ha avuto oltre 1000 share su facebook, l’abbia commentato a modo mio e ancora i miei commenti non siano stati approvati. Che abbia ragione?

foto

Da sgamata pubblicitaria e conoscitrice del mondo del web marketing il dubbio che si insinua in me è più che palese. Vuoi vedere che questi hanno tirato fuori un bell’articolo denigratorio del libro ‘Fate la Nanna’ giusto per promuovere la sfilza di libri che hanno nello slider (banner) in primo piano??? Ma va?? Davvero?? Ma guarda un po’ quanti bei titoli alternativi e rassicuranti da vendere a quelle mamme “diversamente Estivill”!!

…e voi ci cascate tutte, una a una!

foto (2)
L’articolo in questione è apparso sul blog Bimbonaturale tanto seguito e stimato.  Se leggete tra i commenti c’è questo che in poche parole riassume il mio pensiero: Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in bimbi crescono, bimbi difficili, donne, lo abbiamo provato per voi, mamme e bimbi, moglie e marito, pappe, pannolini e..., psicologia e affini, vita quotidiana

Non mollare mai.

smile1

E ti ritrovi così, una sera a piangere disperatamente in macchina. Sola col tuo dolore.
Era circa un anno fa, di questi tempi. Un venerdì sera, dopo una meravigliosa cena di cinghiale a Pescia. Tornavamo in macchina verso casa. Improvvisamente il crollo. Inizio a piangere e la smetto dopo 3 mesi. Interminabili.

Dal basso, lentamente, si insinua una consapevolezza, echeggia una frase “è chiaro che suo figlio ha un ritardo cognitivo!”. Una frase detta 2 giorni prima da un’”esperta” dottoressa neuropsichiatra di un noto ospedale toscano. Una dottoressa che tutti i giorni mi auguro che non pratichi più il su mestiere.

E così, dopo un anno di buio torno a scrivere e torno alla luce del sole perché il sole ha nuovamente illuminato le nostre vite.

Volete sapere come ci si sente quando vi dicono una cosa del genere? Tuo figlio che fino al giorno prima guardavi con uno sguardo di speranza e gioia…bé inizi a guardarlo con occhi diversi, pieni di amore ma anche pieni di angoscia.
Io quando non dormo penso a lui e mi aiuta a riaddormentarmi. Il pensiero di lui, del suo viso e del suo sguardo mi dona serenità. Una anno fa era il pensiero fisso che non mi faceva dormire.

Oggi dico GRAZIE a strutture come lo Stella Maris che tanto fanno per bambini con deficit mentali e tanto fanno per famiglie che tutti i giorni affrontano la vita con forza e coraggio e con tanto amore.

Miki sta bene, aveva solo un ritardo nel linguaggio che comprometteva la sfera della comunicazione e delle relazioni, ma tutto ok, ci stiamo lavorando!

2 commenti

Archiviato in bimbi crescono, bimbi difficili, donne, moglie e marito, questione di cuore

Quale seggiolino auto scegliere quando cresce?

Seggiolino Ducati della Chicco

Seggiolino Ducati della Chicco

L’altro giorno un’amica mamma mi ha chiesto un consiglio per comprare il nuovo seggiolino auto per il suo bimbo in crescita. In un panorama infinito di possibilità sia per prezzo che per design è difficile dare un consiglio. Prima di tutto va considerato, a mio avviso, il bambino con le sue esigenze e in secondo luogo… il portafoglio! (soprattutto visti i tempi). Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in lo abbiamo provato per voi, mamme e bimbi, moglie e marito, shopping, vita quotidiana

Scegli un Regalo Solidale del Meyer a Natale e fai felice più di un bambino.

meyernatale_siamocosi_int

Questo weekend sarà per molte di noi votato alla scelta dell’albero, all’acquisto di addobbi e doni per rendere il Natale dei nostri bambini ancora più magico. Fermiamoci un attimo a pensare cosa significa il Natale per i bambini ricoverati in ospedale. E cosa significa il Natale per le loro mamme e papà.

Lo sapevate voi che la Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Meyer raccoglie fondi per la ricerca e l’accoglienza dei bambini e delle loro famiglie anche attraverso un e-commerce in cui vende bellissimi regali di Natale (buoni anche per compleanni e affini)? CLICCA QUI PER ANDARE A VEDERLI. Io l’ho scoperto da poco e questo Natale molte di voi, care amiche, riceveranno un piccolo dono proveniente proprio da lì. Ci trovate addobbi, candele, magliette e felpe, cd, libri…insomma un mondo di regali per fare felici adulti e piccini. Ci sono regali davvero per tutte le tasche e per tutti i gusti. Potete fare anche una donazione libera sui progetti che preferite. Bastano pochi soldi ciascuno…e tutti assieme diventeranno tanti soldi che verranno investiti in progetti importanti, che salveranno la vita di tanti bambini e che aiuteranno tante famiglie a stare vicine ai loro figli.
Care mamme, care amiche, questo Natale e per i prossimi a venire, fate un regalo anche ai bambini del Meyer e accendete anche un loro sorriso.

Ricordiamoci che il Natale è nelle mani di noi mamme e non di babbo Natale…
CLICCA QUI PER ANDARE ALL’E-COMMERCE DEL MEYER

Lascia un commento

Archiviato in shopping, solidarietà, vita quotidiana

1,2,3 MAGIC!

 

No, non si tratta di 1,2,3 Stella! Ma di 1,2,3 Magic! Il libro scritto dal Dott. Thomas W. Phelan edito Il Grande Noce.
Che dire? Con una semplicità quasi spiazzante mi ha aperto un mondo. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in bimbi crescono, bimbi difficili, lo abbiamo provato per voi, mamme e bimbi, moglie e marito, vita quotidiana

Donare il Cordone Ombelicale salva la Vita ad altri Bambini.

Solo oggi, a quasi un anno dalla nascita del blog, mi rendo conto di non avere mai parlato di uno degli argomenti che più mi sta a cuore: quanto sia importante donare il cordone ombelicale del proprio bimbo. Oggi lo sento più che mai, perché oggi una bimba a cui voglio bene verrà salvata dal cordone donato dalla generosità della mamma di un bimbo appena nato. E lo voglio dire a tutti in modo che non resti solo teoria.

Mi ricordo ancora al corso pre-parto: ci fecero una bella preparazione relativamente alla donazione. L’unico ostacolo è che bisogna non avere grossi difetti genetici per fare la donazione. Ad esempio, io per tante mie piccole ‘deficienze’ (su cui non mi dilungo) non rientravo in questi parametri, e quindi non avrei potuto fare la donazione. La mia decisione si è quindi spostata sulla conservazione: spendendo di tasca mia, ho fatto la conservazione delle cellule staminali del mio bambino.

Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in bebè, donazione cordone ombelicale, gravidanza, lo abbiamo provato per voi, mamme e bimbi, parto naturale