Archivi categoria: diario di viaggio

L’isola che non c’è …

SL381589

E’ risaputo che sia io che le mie amiche siamo molto solerte nello scaricare le foto, infatti ho scaricato ieri quelle dell’estate, ci sono buone probabilità che quelle di natale le scarichi prima di pasqua.

Guardando quelle foto mi sono venute in mente le risate fatte, è stata l’ennesima “nuova” estate per me, quest’anno ho optato per il posto “vecchio” dove andavo quando ero sposata, nella stessa casa etc., però con me è venuta la mia amica Ricciola con i suoi due bimbi. Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in diario di viaggio, donne, vacanze, vita quotidiana

10 sotto un tetto – parte 1

foto3

Questo è l’anno delle novità ( oltre che essere un anno di ca…bip bip..ca ma questo è un altro discorso ) nuove vacanze, nuova località, nuovi amici e via.
Allora devo dire che in molti ci avevano sconsigliato di fare un salto nel buio come quello di affittare una casa per 15 giorni in …10 .. 5 adulti e 5 bimbi – praticamente si poteva giocare a calcetto senza problemi –

Contro ogni aspettativa siamo riusciti vittorioso nell’impresa, ci siamo riusciti senza sbranarci, senza picchiarci, ma anzi direi che ci siamo divertiti!!!!!

Gestire 5 bimbi non è stata un’impresa da poco e ancora una volta il mio pensiero va a quella vecchietta che in molti a Campi conoscono di nome Suor Adelina ( età non pervenuta ) che riesce a tenere 30 bambini, noi in 5 si vacillava ogni tanto a guardarne SOLO 5!!!!

Non è stato facile vedere dopo tanti tanti anni un “nuovo” mare sono sincera, specie per mio figlio che era già partito gagliardo con la maschera e dopo 20 cm mi ha detto “ Ma non c’è nulla da guardare qui mamma!!!! “. Non è facile pensare a quello che stanno facendo i tuoi vecchi amici in quel momento, non è semplice guardare il tramonto e pensare che dall’altra parte del mare c’è un angolino della tua vita, ma anche questa è andata… mi son fatta due polpacci ad andare ogni giorno in bicicletta che quasi quasi partecipo ai mondiali di ciclismo!

Un consiglio su tutti per chi vuole intraprendere la nostra avventura, lasciate a casa la voglia di discutere, di polemizzare, non siate pignoli, lasciate vivere e quando la cosa non crea un DOLORE FISICO assecondate gli altri … una volta per uno non fa male a nessuno, portatevi dietro la tollorenza, la voglia di divertirsi… e LO SPRAY PER LO ZANZARE perché tanto quelle dovunque andiate arrivano sempre a rompere le scatole!!!!!!

Lascia un commento

Archiviato in bimbi crescono, diario di viaggio, vacanze, vita quotidiana

Gita nel verde

Quando si avvicina il fine settimana comincio a pensare a cosa poter imbastire con i bambini, per trovare qualcosa che possa piacere ad entrambi, e soprattutto che sia adatta ad entrambi (visto i 4 anni di differenza).

Non amo gli zoo, però devo dire che il Parco di Poppi e il parco di Cavriglia mi sento di consigliarli vivamente.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in 9 mesi, bimbi crescono, diario di viaggio, lo abbiamo provato per voi, mamme e bimbi, vita quotidiana

A.A.A. mamma cercasi.

Ho un forte senso di colpa. Fortissimo. Mi sento una mamma degenere. Un’abbandonatrice di bambini.  Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in bimbi crescono, diario di viaggio, donne, moglie e marito

Shopping di Natale a New York!

Non è l’ultimo film di De Sica. No.
E’ quello che sto per fare. Io, suocera e mamma.
Shopping a NYC!!!
E tutte a chiedermi: “e il bimbo?”. Il cucciolo sta a casa. Con suo papà!

AhAhAh! è così. Siamo le mamme di oggi, dinamiche e indipendenti.
Ci vogliono in carriera e casalinghe, amanti sempre pronte
e attente alle cure dei figli, insomma ci vogliono in mille modi.
Ma loro???
Bè, devo dire che il mio si è emancipato. Non solo. A dire il vero
sta prospettando al figlio il periodo di lontananza dalla mamma
come un vero e proprio periodo di ferie. Fantastico!
Ottimo approccio. Ma vedremo come la penserà al mio ritorno.
…la sua sarà davvero una vacanza o sottomettersi ai ritmi serrati
a cui siamo costrette noi donne lo sfiancherà? Vedremo.

Di fatto oggi sono molto contenta di poter dire che viaggio da sola!
Anzi, meglio. Realizzo il sogno di mia mamma, che non ha mai visto NYC,
e farò acquisti con la ‘regina’ dello shopping: Franca.

L’unico neo è che so che il mio bimbo mi mancherà tanto.
Ma 5 giorni passano in fretta!

Vi terrò aggiornate sulle novità della moda oltreoceano
e visto che qualcuna di voi sarà già là quando arrivo…

ci vediamo a New York City!

1 Commento

Archiviato in diario di viaggio, indipendenza, mamme e bimbi, moglie e marito

Maschi contro Femmine

Sicuramente chi ha solo figlie femmine potrà contraddirmi dicendo che anche le femmine sono agitate, che anche le femmine sono violente, o che le femmine possono diventare piccose, poi dopo aver visto lo spettacolo di Fiorello dove ha spiegato come nessun altro come sono le ragazzine oggi tutte pischella “scialla” e piastra, che come ha detto Fiorello entrano in bagno vestite da madreteresa di Calcutta ed escono fuori stile Ladi Gaga… però scusate abbiate pazienza.. ma l’avere a che fare solo SOLO con maschi ti porta ad udire la parola “pisello cacca piscia curegge” dalle 15/20 volte al giorno, ti porta a vedere dei cartoni animati in cui bene che vada c’è qualche orrendo mostro con 5 occhi, la bava, le tenaglie che squarta e uccide oppure degli strani tizi che hanno seri problemi di capigliatura che giocano gli uni contro gli altri facendo combattere delle palline che si trasformano in draghi, cavalli, serpenti (quando va bene) ti porta a vederli giocare “alla lotta” al grido di highlander NE RESTERA’ UNO SOLO, nel mio caso con tommy che correndo grida “ jojoooooo ti uccido” (ovviamente ridendo) e quello di risposta digrigna quei 5 denti in croce che si ritrova facendo la tigre e scappando con passo felino cercando le vie di fuga più improbabili, tentando di arrampicarsi o scavalcare qualsiasi cosa incontri lungo la sua corsa, che sia un divano o una borsa o un camion fa poca differenza. Quando gli vai a prendere a scuola guardi le bimbe tutte vestita in tinta con le sfumature che vanno dal rosa al lilla al rosino con codine, passate, zainetti di barbie, di wimx o altre fate magiche, si sorridono, quasi squittiscono e poi dietro di loro booom arriva la bolgia, questa valanga di uomini in miniatura con zaini di super eroi o super alieni basta che siano super, zozzi dalla testa ai piedi, arrivano alla porta spintonandosi e prendendosi in giro e si salutano dicendo “MARCO SEI UN CACONE” e quello di risposta ” TOMMASO CACCOLA CI SI VEDE DOMANI!!!”

1 Commento

Archiviato in diario di viaggio